Lascia un commento

Linux Mint 19 Mate: La migliore distro 32bit LTS

La vita media dei computer si abbassa sempre di più, le grosse aziende ormai cambiano tutto ogni 3-4 anni, molte si sono orientate verso soluzioni cloud sostituendo tutto il parco PC con Zero Clients. Linux permette di utilizzare tranquillamente queste macchine con un sistema operativo moderno e funzionale senza bisogno di licenze commerciali, mantenendo inalterate le prestazioni e non facendo rimpiangere sistemi operativi del paleolitico.

Qualcosa però sta cambiando nel panorama Linux, il supporto per gli OS 32 bit sta terminando, molte delle ultime release delle distro più conosciute non hanno una versione 32 bit. Indagando sulle motivazioni di fondo si parla di statistiche di utilizzo e di ottimizzazione delle risorse verso la piattaforma 64 bit. Purtroppo però queste statistiche non sono del tutto precise, la versione 32 bit è ancora necessaria, viene utilizzata spesso anche per configurazioni con CPU 64 bit con meno di 4GB di RAM perché meno assetata di risorse.

La distro in prova è Linux Mint 19 Mate, vi annuncio che non sarò per nulla imparziale in questa recensione perché Linux Mint Mate è stata la mia prima distribuzione Linux e il primo amore non si scorda mai.

mate

Per i nuovi, Linux Mint è una Ubuntu-Based, distro diffusissima ai vertici delle classifiche di distro watch, negli ultimi tempi ha avuto anche un certo assist da parte della serie tv Mr. Robot dove viene utilizzata come distribuzione principale sul PC del protagonista (Elliot), per saperne di più vi rimando all’articolo dedicato: Mr. Robot: Sistemi Operativi.

System requirements
Memoria: 1GB RAM (2GB recommended for a comfortable usage).
Storage: 15GB of disk space (20GB recommended).
Risoluzione: 1024×768 resolution (on lower resolutions, press ALT to drag windows with the mouse if they don’t fit in the screen).

Interfaccia
Mate è un ambiente grafico praticamente nato con Linux Mint per accontentare i nostalgici di gnome2. L’utilizzo della distribuzione risulta molto facile anche per i nuovi utenti Linux perché il menù è molto simile a quello dei sistemi operativi commerciali, gli aggiornamenti avvengono in maniera automatica e il software è facilmente installabile da un software center dedicato ormai diventato lo standard a piattaforme unificate.
Mate 1.20 porta il supporto HiDPI e la piena compatibilità con temi GTK 3.22.

Software
Il parco software è quello di Ubuntu quindi non avremo problemi a reperire applicazioni per ogni tipo di uso, da quello professionale ai giochi non mancherà proprio nulla.
In verità la parte software preinstallata già copre buona parte delle esigenze dell’utente medio:

Browser: Firefox
Suite Ufficio: LibreOffice
Client di posta: Thunderbird
Editor Immagini: Gimp
Gestore file audio: Rhythmbox
Player Multimediale: VLC

Tra le nuove features spicca Timeshift un sistema che permette la creazione di snapshots con la possibilità di automatizzare il tutto a cadenza preimpostata.

Conclusioni

Mint Mate 19 è una distro completissima adatta sia al neofita che all’utente avanzato che deve usare il computer per lavoro e cerca stabilità senza noie gratuite.
Gli aggiornamenti verranno gestiti in automatico, il software si può installare comodamente anche da un software center ben organizzato.
Chi ha una macchina con CPU a 32bit o comunque un PC con meno di 4GB di RAM troverà in Linux Mint Mate 19 la distro definitiva. Il supporto per questa distro è garantito fino al 2023.
Sito di ufficiale: LinuxMint

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: